Attendere il caricamento...
News

News

Cessazioni dal servizio dal 1° settembre 2023-domande pensione entro 21 ottobre 2022

D.M. N. 238 DELL’8 SETTEMBRE 2022. CESSAZIONI DAL SERVIZIO DEL PERSONALE SCOLASTICO DAL 1° SETTEMBRE 2023. TRATTAMENTO DI QUIESCENZA E DI PREVIDENZA. INDICAZIONI OPERATIVE:

Con nota prot. DGPER 31924 dell’8-09-2022 relativa all’oggetto, il MI, in condivisione con l’INPS, fornisce le indicazioni operative per l’attuazione del D.M. n. 238 dell’8 settembre 2022, recante disposizioni per le cessazioni dal servizio dal 1° settembre 2023.

  • Condividi
Read more

FORMAZIONE E PROVA PER I DOCENTI NEO-ASSUNTI A.S. 2021/2022: EMANATA LA NOTA DEL MI

E’ stata pubblicata dal MI la Nota n. 30345 del 4 ottobre 2021 sul periodo di formazione e prova per i docenti neoassunti e per quelli che hanno avuto il passaggio di ruolo.

Tra i destinatari della Nota anche i docenti reclutati mediante la fase straordinaria dell’art. 59 del decreto legge 73/2021.

Le istruzioni ribadiscono il modello attualmente in uso. Prese in considerazione le richieste dello Snals-Confsal, resta ancora aperta la questione di poter far riconoscere la carta del docente ai docenti assunti dalle GPS con la fase straordinaria.

L'impianto è quello del DM 850/2015.

Docenti coinvolti:

- neoassunti a.s. 2021/2022;

- docenti con contratti al 31 agosto di cui alla fase straordinaria di assunzioni come da DL 73/2021;

- assunti a tempo indeterminato negli anni precedenti che hanno prorogato il periodo di formazione e prova o che non abbiano potuto completarlo;

- chi ha ottenuto il passaggio di ruolo;

- docenti che devono ripetere il periodo di formazione e prova a causa di valutazione negativa.

Il Servizio:

1) 180 giorni nel corso dell’anno scolastico;

2) 120 giorni di attività didattiche effettive

Il percorso:

La durata del percorso è di 50 ore, così ripartite: INCONTRI PROPEDEUTICI E DI RESTITUZIONE FINALE 6 ore complessive

LABORATORI FORMATIVI/VISITE A SCUOLE INNOVATIVE 12 ore

PEER TO PEER 12 ore

FORMAZIONE ON LINE 20 ore

L'azione dello Snals-Confsal ha permesso di uniformare le procedure e di scongiurare il rischio di iter formativi diversi a seconda delle differenti procedure assunzionali avviate quest’anno

  • Condividi
Read more

Ricostruzione carriera

 

*    RICOSTRUZIONE DI CARRIERA – DOMANDA CON ISTANZE ON LINE

Il personale docente nominato in ruolo dal 1° settembre 2020, una volta superato il periodo di prova e l’anno di formazione, deve presentare on line dal 1° settembre al 31 dicembre 2021 la domanda di ricostruzione di carriera e la dichiarazione dei servizi per farsi riconoscere i servizi pre-ruolo prestati fino al 31 agosto 2020.

Anche il personale A.T.A., una volta superato il periodo di prova, deve presentare on line, entro il 31 dicembre, la domanda di ricostruzione carriera e la dichiarazione dei servizi.

Si ricorda che per il personale A.T.A. il periodo di prova, contrariamente ai docenti che è di 1 anno, ha la seguente durata:

  • Due mesi per il personale inquadrato nelle aree A (collaboratori scolastici) e A super (collaboratori scolastici addetti all’azienda agraria);
  • Quattro mesi per i restanti profili.

Dal 1° settembre sarà attiva la funzione di invio delle domande di ricostruzione di carriera su Istanze on line (Polis).

La data di scadenza al 31.12 della domanda è stata stabilita dalla legge 13 luglio 2015, n.107, art. 1, comma 209 (La Buona Scuola) onde consentire una corretta programmazione della spesa delle ricostruzioni di carriera del personale della scuola e relativi finanziamenti.

Entro il 28 febbraio di ogni anno, il Ministero dell’istruzione e dell’università e della ricerca, comunica al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria Generale dello Strato -, le risultanze dei dati relativi alle istanze per il riconoscimento dei servizi agli effetti della carriera del personale scolastico.

Pertanto, il dipendente scuola che presenta domanda di riconoscimento dei servizi pre-ruolo ai fini della carriera dopo il 31.12 2021, si troverà nella condizione che la sua domanda, pur essendo valida in quanto il riconoscimento è soggetto alla prescrizione decennale (per il diritto) e alla prescrizione quinquennale (per il pagamento), non rientrando nel “monitoraggio spesa” fatto dal Miur entro il 28 febbraio 2022, riceverà il pagamento nel 2023

  • Condividi
Read more